Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


1915 - 1945

Nel periodo che segue la Prima Guerra Mondiale, molti emigranti trovano condizioni più difficili di mobilità: gli Stati Uniti, dapprima con una legge sulle quote d’ingresso e poi con una sull’alfabetizzazione, bloccano i flussi dall’Italia mentre l’instaurazione del regime fascista conduce a restrizioni sulle possibilità di partire e spostarsi agevolmente. Nonostante l’Argentina rimanga una tra le mete più ambite, le destinazioni europee tornano a prevalere su quelle transoceaniche ed ad esercitare una notevole attrazione è particolarmente la Francia che garantisce discrete condizioni di lavoro agli stranieri ed è accogliente nei confronti degli esuli e dei fuoriusciti per motivi politici. A muoversi sono in questo periodo per lo più emigranti provenienti da regioni settentrionali, che tornano periodicamente a casa dopo aver raccolto risparmi all’estero.

 


IMMAGINI CORRELATE:


591  Dati dell'emigrazione dall'Italia forniti dalle statistiche per il periodo tra il 1915 ed il 1945: distinzione per regione di provenienza e numerosità degli emigrati.
Soggetto: viaggio
Codice: 591
Dati dell'emigrazione dall'Italia forniti [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto