Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


BARACCHI PIETRO

Baracchi è nato a Firenze, figlio di un funzionario dell’esercito, è stato educato da tutor privati a Firenze, affascinato fin da bambino dalla matematica e dall’astronomia. Si laurea in ingegneria civile. E presta servizio brevemente nell’Esercito Italiano come ingegnere. Nel 1876 viaggiò per la Nuova Zelanda, ma ben presto si trasferì in Australia. Lavorò come assistente presso l'Osservatorio di Melbourne e ben presto fu selezionato per essere trasferito a Darwin. Baracchi si è aggiudicato la nomina di Cavaliere Comandante della Corona d'Italia, e nel 1897 è stato presidente della Royal Society of Victoria 1908-1909. Egli ha istituito il Monte Stromlo Osservatorio nel 1910. Guidò alcune spedizioni per osservare le eclissi solare a Bruny Island, Tasmania, nel 1910 e nel 1911. Nel 1914 ha scritto un capitolo, 'Astronomia e geodesia in Australia' per il Manuale federale della British Association per il progresso della scienza. Si ritirò in Italia nel 1915 e per due anni viaggiò per l’Europa.

 


IMMAGINI CORRELATE:


98  Pietro Baracchi, fiorentino, laureato in astronomia, giunge a Melbourne nel 1876, assieme ai concittadini Fiaschi e Catani e al pisano Checchi. Inizia una brillante carriera presso l'osservatorio astronomico di Melbourne; è, fra l'altro, protagonista della determinazione del Meridiano di Darwin, fatto che gli assicura fama internazionale. Diviene una delle massime autorità in campo astronomico di tutto l'emisfero sud.
Periodo: 1876
Soggetto: lavoro
Codice: 98
Pietro Baracchi, fiorentino, laureato [...]
804  Ritratto di Pietro Paolo Giovanni Ernesto Baracchi (1851 - 1926). 
Soggetto: famiglia
Codice: 804
Ritratto di Pietro Paolo Giovanni Ernesto [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto