Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


I MESTIERI MIGRANTI

Alcuni mestieri svolti da chi poteva ritagliarsi periodi dell’anno senza l’impegno del lavoro dei campi, erano per loro stessa natura legati alla mobilità. Ciò valeva non solo per spazzacamini, commercianti e suonatori ambulanti, ma anche per scalpellini, carpentieri, “pelarini” (raccoglitori di foglie di gesso). L’emigrazione, lungi dall’essere sempre una fuga da particolari situazioni di disagio economico o sociale, era un modo per trarre importanti fonti di reddito alternative, ed era, allo stesso tempo, il mezzo attraverso il quale si poteva esercitare una professione. Per i suonatori ambulanti la mobilità era la prima regola, necessaria per avere continuamente buone piazze sulle quali chiedere offerte per la sopravvivenza; i figurinai della Lucchesia, prima di sistemarsi in una città che poteva offrire promettenti guadagni a medio o lungo termine, si spostavano continuamente, offrendo in luoghi diversi le proprie capacità artigiane. I venditori ambulanti, per lo più lunigianesi, prima di decidere lo stanziamento in un’area di commercio più o meno ampia, percorrevano esercitando la propria attività, intere regioni e province.

 


IMMAGINI CORRELATE:


112  Il caraton, carro utilizzato dai venditori ambulanti per il trasporto degli articoli di merceria. Ritratta accanto ad esso è la famiglia di Oreste Giovannacci e Maria Maucci, originari della Lunigiana.
Periodo: 1910
Soggetto: famiglia
Codice: 112
Il caraton, carro utilizzato dai venditori [...]
114  Le famiglie Giovannacci e Maucci, originarie di Mulazzo (MS), venditori ambulanti nella Provincia delle Hautes Alpes.
Periodo: fine '800
Soggetto: lavoro, famiglia
Codice: 114
Le famiglie Giovannacci e Maucci, originarie [...]
120  Carta della Francia che mostra gli spostamenti di un suonatore ambulante lunigianese di Parana di Mulazzo fra il 1882 ed il 1886. Nel corso dei cinque anni l'uomo, che suonava l'organetto, era rientrato in Italia una sola volta.
Periodo: 1882
Soggetto: viaggio, lavoro
Codice: 120
Carta della Francia che mostra gli [...]
121  Organetto portatile con figure animate. Veniva azionato da un manovella che metteva in movimento le figure con un accompagnamento musicale, attirando l'attenzione dei passanti. Era trasportato a spalla con due robuste cinghie.
Soggetto: lavoro
Codice: 121
Organetto portatile con figure animate. [...]
122  Ghironda. Strumento musicale usato nel secolo scorso anche dai suonatori ambulanti.
Soggetto: lavoro
Codice: 122
Ghironda. Strumento musicale usato [...]
123  Organetto con figura animata.
Soggetto: lavoro
Codice: 123
Organetto con figura animata.
124  Libretto delle autorizzazioni rilasciate al suonatore ambulante per sostare nei centri abitati della Francia. Si trattava, in genere, di permessi giornalieri per suonare il piano, annotati l'uno di seguito all'altro, come si può vedere nelle pagine interne dove spiccano i timbri dei paesi e delle città attraversate.
Soggetto: lavoro
Codice: 124
Libretto delle autorizzazioni rilasciate [...]
125  Festa per il battesimo di Raymond Donati, figlio di severino e Rosa Franchini, venditori ambulanti di Mulazzo (Massa Carrara).
Periodo: 1907
Soggetto: tempo libero
Codice: 125
Festa per il battesimo di Raymond Donati, [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto