Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


ROSSELLI CARLO E NELLO

Carlo e Nello Rosselli studiano e si formano a Firenze sotto la guida del socialista Gaetano Salvemini il primo e del liberale Giovanni Amendola il secondo. Antifascisti attivi, subiscono numerosi arresti, aggressioni fino al definitivo confino nell'isola di Ustica e poi di Lipari. Nel 1929, insieme a Fausto Nitti ed Emilio Lussu, Carlo fugge rifugiandosi in Francia. Fondatore e dirigente del movimento "Giustizia e libertà", combatte nel '36 in Spagna nelle Brigate internazionali, mentre Nello viene nuovamente arrestato e confinato a Ponza. Riesce a sua volta ad espatriare raggiungendo in Francia il fratello Carlo rientrato dalla Spagna. Nei pressi di Bagnoles de l'Orne il 9 giugno 1937 i due fratelli vengono assassinati da sicari inviati da Benito Mussolini e Galeazzo Ciano.

 


IMMAGINI CORRELATE:


148  Nello e Carlo Rosselli. Carlo, il politico socialista antifascista, condannato al confino a Lipari, da dove, nel 1929, fugge a Parigi e fonda il movimento Giustizia e Libertà. Va volontario in Spagna a combattere contro il Franchismo e rientra in Francia, dove si trova anche il fratello Nello, storico ed attivista antifascista. I fratelli Rosselli nel 1937 a Bagnoles del'Orne cadono vittima di un attentato.
Soggetto: politica
Codice: 148
Nello e Carlo Rosselli. Carlo, il politico [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto