Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


NELLE COLONIE

I numeri e le cause dell’emigrazione sono spesso servite, tanto allo Stato Liberale quando al Regime fascista, per giustificare le imprese coloniali. In realtà gli italiani che scelsero come destinazioni le terre conquistate in Africa non furono molti, di certo senza paragone con quelli che si rivolsero alle altre mete, nonostante l’emigrazione verso queste aree fosse stata, in alcuni periodi, favorita ed aiutata. Pochissimi erano gli italiani in Somalia ed Eritrea alla fine dell’800, pochi quelli in Libia dopo la guerra del 1911-12, soltanto alla fine del Ventennio e dopo gli sforzi di colonizzazione da parte del regime con la retorica del “posto al sole”, si contarono parecchie migliaia di persone insediate. Più numerose erano le comunità in Algeria, Tunisia ed Egitto, dove la manodopera italiana si era saputa inserire nel mercato del lavoro locale.

 


IMMAGINI CORRELATE:


182  Natale Romiti, impresario edile emigrato da Pontremoli (Massa Carrara).
Periodo: 1938
Soggetto: lavoro
Codice: 182
Natale Romiti, impresario edile emigrato [...]
183  Vasco Silvestri, emigrato da Lucca, mostra l'invenzione del gasogeno applicato alla moto Guzzi.
Periodo: anni '30
Soggetto: lavoro
Codice: 183
Vasco Silvestri, emigrato da Lucca, [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto