Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Argomenti


ESULI E FUORIUSCITI

Già a cavallo tra Ottocento e Novecento, in piena epoca liberale, ai lavoratori che espatriano, si aggiungono gli esuli politici, in maggioranza socialisti e anarchici, che dopo i primi moti insurrezionali subiscono un irrigidimento delle autorità ed atteggiamenti repressivi. Questo fenomeno si intensifica durante il ventennio fascista, quando anche i comunisti si aggiungono a coloro che devono fuggire a motivo delle persecuzioni cui sono soggetti per la loro attività politica e sindacale. La Francia si manifesta come il Paese più accogliente e, dopo la vittoria del Fronte Popolare alle elezioni del 1936, l'attività degli esuli conduce anche ad un avvicinamento tra i movimenti operai dei due Paesi.

 


IMMAGINI CORRELATE:


132  Antonio Presi da Pavana (Pistoia) con un gruppo di compagni socialisti che mostrano due giornali pubblicati in lingua italiana negli Stati Uniti, L'Internazionale e Il Proletario. Quest'ultimo fu stampato a New York per cinquant'anni, dal 1896 al 1946.
Soggetto: politica
Codice: 132
Antonio Presi da Pavana (Pistoia) con [...]
133  Compagnia di figurinai di Montefegatesi (Lucca) aderenti alla società Libero Pensiero Giordano Bruno.
Periodo: Inizi '900
Soggetto: politica, lavoro
Codice: 133
Compagnia di figurinai di Montefegatesi [...]
134  Pietro Gori di Rosignano (Livorno), avvocato, poeta militante comunista anarchico., più volte esule politico e perciò definito “Il cavaliere errante dell'Anarchia”. Qui è ritratto in posa in Argentina dove tra il 1898 e il 1902 dirige l'importante rivista “Criminologia Moderna” e, per incarico della Società Scientifica Argentina, compie giri di eplorazione oltre la Terra del Fuoco, con vari compagni di viaggio, tra gli altri il poeta Cesare Pascarella.
Soggetto: politica, viaggio, lavoro
Codice: 134
Pietro Gori di Rosignano (Livorno), [...]
135  Giovanni Rossi di Pisa, fondatore nel 1890 della comunità sperimentale di Palmeira, conosciuta come Colonia Cecilia, tentativo di costruzione di una società basata sulla comunità dei beni ed il libero amore. Fra i 150 partecipanti molti come Rossi erano Toscani e tra questi un gruppo numeroso di livornesi.
Periodo: 1890
Soggetto: politica
Codice: 135
Giovanni Rossi di Pisa, fondatore nel [...]
136  Alberto Meschi, operaio, autodidatta. Emigra agli inizi del secolo in Argentina dove viene segnalato per la sua attività tra glia anarchici italiani a Mar del Plata. Rientrato in Italia dirige a lungo la Camera del Lavoro di Carrara, ma con l'avvento del Fascismo è costretto a rifugiarsi a Parigi.
Periodo: Inizi '900
Soggetto: politica
Codice: 136
Alberto Meschi, operaio, autodidatta. [...]
137  Ugo del Papa, anarchico. Dopo un primo esilio a Marsiglia, fonda a Carrara la Camera del Lavoro; nel 1904 è ancora costretto a fuggire e si imbarca per l'America. Rientrato a Carrara prende parte alle lotte dei cavatori e viene imprigionato per aver partecipato allo sciopero del 1913; muore poco più che quarantenne, nel 1916, per le conseguenze della detenzione disumana.
Soggetto: politica
Codice: 137
Ugo del Papa, anarchico. Dopo un primo [...]
138  Alceste De Ambris, di origini lunigianesi, espatria ripetutamente. Agli inizi del secolo si reca in Francia e successivamente in Brasile. Rientrato in Italia assume la guida della Camera del Lavoro di Parma. Nel 1923 si rifugia nuovamente in Francia dove morirà nel 1934.
Periodo: 1913
Soggetto: politica
Codice: 138
Alceste De Ambris, di origini lunigianesi, [...]
139  Minatori ritratti sullo sfondo di una stampa inneggiante a Giordano Bruno e Francisco Ferrer, “Martiri del Libero Pensiero”. In piedi a sinistra un lunigianese, Giovanni Piagneri di Pontremoli, che aveva aderito al pensiero anarchico conosciuto sul luogo di lavoro.
Periodo: 1911
Soggetto: lavoro, politica
Codice: 139
Minatori ritratti sullo sfondo di una [...]
140  Manifesto rivolto “Al Popolo Italiano” stampato a cura degli anarchici residenti nel Nord America nel 1896 e sequestrato a Carrara. Nel manifesto si fa esplicito riferimento alle vicende migratorie.
Periodo: 1896
Soggetto: politica
Codice: 140
Manifesto rivolto “Al Popolo Italiano” [...]
141  Luigi Campolonghi, socialista, emigrato da Pontremoli (Massa Carrara) alla fine dell'Ottocento. Ritorna in Francia con l'avvento del Fascismo e fonda la LIDU, Lega Italiana dei Diritti dell'Uomo.
Periodo: Fine '800
Soggetto: politica
Codice: 141
Luigi Campolonghi, socialista, emigrato [...]
143  Congresso della Lega Italiana; vi partecipa tra gli altri il pontremolese Luigi Campolonghi che la aveva fondata nel 1923. Presieduta dalla moglie, Ernesta Cassola, la Lega Italiana dei Diritti dell'Uomo è la principale organizzazione non comunista in Francia. Personaggio centrale dell'antifascismo, Campolonghi è anche uno dei pilastri del fronte popolare e si adopera attivamente a favore dei fuoriusciti.
Periodo: 1939
Soggetto: politica
Codice: 143
Congresso della Lega Italiana; vi partecipa [...]
147  Savonarola Signorini, sindaco di San Marcello Pistoiese nel 1920-21, processato nel 1922 per motivi politici, espatria in Belgio nel 1933 dove il negozio di generi alimentari davanti al quale è ritratto. Rientra in Italia nel 1946. E' sindaco fino al 1964.
Periodo: 1935
Soggetto: lavoro, politica
Codice: 147
Savonarola Signorini, sindaco di San [...]
148  Nello e Carlo Rosselli. Carlo, il politico socialista antifascista, condannato al confino a Lipari, da dove, nel 1929, fugge a Parigi e fonda il movimento Giustizia e Libertà. Va volontario in Spagna a combattere contro il Franchismo e rientra in Francia, dove si trova anche il fratello Nello, storico ed attivista antifascista. I fratelli Rosselli nel 1937 a Bagnoles del'Orne cadono vittima di un attentato.
Soggetto: politica
Codice: 148
Nello e Carlo Rosselli. Carlo, il politico [...]
149  La Clinique Ouvriere Franco-Italienne fondata negli anni '30 da Ettore Zanellini, medico fiorentino fuoriuscito per motivi politici.
Periodo: anni '30
Soggetto: politica
Codice: 149
La Clinique Ouvriere Franco-Italienne [...]
150  Volantino dell'istituto di assistenza medico-legale fondata negli anni '30 da Ettore Zanelli ed Ezio Bartalini, entrambi esuli politici.
Periodo: anni '30
Soggetto: politica
Codice: 150
Volantino dell'istituto di assistenza [...]
152  Mariano Gusmani, combattente nella Colonia Italiana a Monte Pelato durante la Guerra Civile Spagnola. Numerosi furono i Toscani che, dall'Italia o da altre parti del mondo, presero parte alle formazioni armate antifranchiste.
Soggetto: politica
Codice: 152
Mariano Gusmani, combattente nella [...]
173  Enrichetta Stecher ritratta al momento dell'imbarco con, sullo sfondo, il transatlantico Principessa Maria della Società di navigazione Lloyd Sabaudo. La Stecher parte da Firenze per l'Argentina con la famiglia che emigra per ragioni politiche.
Periodo: 1931
Soggetto: viaggio, politica
Codice: 173
Enrichetta Stecher ritratta al momento [...]
184  Passaporto italiano rilasciato in Turchia ad Ezio Bartalini, militante socialista fuggito da Piombino (Livorno) nel 1923 perché perseguitato. Alla fine della guerra rientra in Italia dove diviene deputato della costituente.
Periodo: 1923
Soggetto: politica
Codice: 184
Passaporto italiano rilasciato in Turchia [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto