Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Partiti dalla Toscana


PICCHI SILVANO

Nasce nel 1922 a Pisa da genitori che emigrano sei anni più tardi a Buenos Aires dove studia musica al Conservatorio Nazionale ed ha come maestri i maggiori musicisti argentini dell’epoca. Ben presto acquista fama come compositore, nonostante si consideri autodidatta in questo campo, e, senza seguire mode né tendenze dell’epoca, cerca di lavorare in maniera indipendente, avendo un linguaggio sia contemporaneo che libero. Il suo catalogo di composizioni annovera 91 titoli, si tratta per lo più di musica sinfonica, musica da camera, per strumenti solisti e per voce accompagnata; 37 di queste opere vengono presentate in importanti teatri di Buenos Aires e d’Europa. Riceve molti premi per la sua produzione sia in Argentina che a livello internazionale (è particolarmente apprezzato in Germania) e molte sue opere vengono pubblicate sia in patria che all’estero. Si occupa di critica musicale su “La Prensa” e dal 1965 tiene una cattedra nel Conservatorio Municipale Manuel di Falla. Nel 1970 per il Programma di Musica della Fondazione Bariloche ed il Consiglio Provinciale di Diffusione Culturale di Tucuman compone la Sinfonia Breve ed il SM70 mentre negli anni ’70 è presente in alcune giurie argentine che si occupano di composizione di concerti. Nel 1979 è incluso dal Comune di Buenos Aires tra i 4 compositori incaricati di comporre un’opera per celebrare il primo centenario di fondazione della città.

 


IMMAGINI CORRELATE:


803  Ritratto di Silvano Picchi, compositore italo-argentino.
Soggetto: famiglia
Codice: 803
Ritratto di Silvano Picchi, compositore [...]

« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto