Versione ad alta leggibilità
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


Partiti dalla Toscana


REGGI PASQUALE

Nel 1885 il sacerdote italiano Andrés Bagnati promuove l'immigrazione di persone del nostro Paese in Uruguay per la colonizzazione e lo sfruttamento agricolo delle vaste aree ancora disabitate della nazione sudamericana. Pasquale Reggi giunge a Tacuarembó da Zeri (Lunigiana – Provincia di Massa Carrara) con la moglie Veronica Conti ed il figlio Lorenzo per dedicarsi all’agricoltura. Una delle misure che egli promuove è inoltre la costruzione di un mulino, del quale è proprietario. Con la costruzione del mulino, i contadini della zona si stabiliscono attorno a questo luogo, creando un quartiere che oggi si chiama “Mulino”. Pasquale Reggi, nel corso del tempo, diventa un importante agricoltore propietario di terre. Come accaduto per il mulino, Maria Reggi dona alcune delle terre di sua proprietà per la costruzione di una Casa di Riposo per anziani attorno alla quale si forma un quartier che viene chiamato “Barrio Reggi”.
« Torna indietro

project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto