Versione ad alta leggibilitą
  1. Salta il menu
  2. Riabilita i fogli di stile CSS

Logo
Alto contrasto - Disabilita CSS - Caratteri normali - Caratteri grandi


HOME


Mostra "Gente di Toscana"
Entra nella sezione dedicata alla Mostra



Archivio immagini
63  Cavatori, scalpellini e scultori tra i quali molti di origine carrarese, immigrati alla fine dell'Ottocento.
Periodo: anni '20
Soggetto: lavoro Codice: 63
Cavatori, scalpellini e scultori tra i quali molti di origine carrarese, immigrati alla fine dell'Ottocento.
765  Appartenente al gruppo dei giovani della Societą Toscana di Avellaneda insieme a Mario Olla ed Achille Marini.

Soggetto: associazionismo Codice: 765
Appartenente al gruppo dei giovani della Societą Toscana di Avellaneda insieme a Mario Olla ed Achille Marini.
41  La societą di navigazione Lloyd Sabaudo di Genova reclamizza con una cartolina la celeritą dei suoi piroscafi Conte Rosso e Conte Verde.
Soggetto: viaggio Codice: 41
La societą di navigazione Lloyd Sabaudo di Genova reclamizza con una cartolina la celeritą dei suoi piroscafi Conte Rosso e Conte Verde.
576  Il Principessa Mafalda.
Periodo: anni '30
Soggetto: viaggio Codice: 576
Il Principessa Mafalda.
11  Elenco dei materiali che nel 1773 Mazzei imbarca a Livorno per la Virginia, con il progetto di  introdurre seta, viti e ulivi nell'America del Nord, come egli stesso dichiara, conducendo con sé alcuni agricoltori lucchesi e semi e piante per avviare la nuova attivitą.
Periodo: fine '700
Soggetto: viaggio Codice: 11
Elenco dei materiali che nel 1773 Mazzei imbarca a Livorno per la Virginia, con il progetto di introdurre seta, viti e ulivi nell'America del Nord, come [...]
254  Tre librai.
Soggetto: lavoro Codice: 254
Tre librai.
460  Josč Malanca, pittore, nato a Córdoba da madre udinese e padre di  Altopascio (Provincia di Lucca), compie viaggi in Italia ed Europa, traendo particolare ispirazione artistica dalle immagini della campagna fiorentina. I soggetti dei suoi quadri evidenziano tuttavia il grande amore per l'America a lui pił familiare: chiese, costruzioni coloniali, vie strette, bianchissime pareti, vesti indigeni, antichi paesini, tegole, cieli intensamente azzuri, montagne. Codice: 460
Josč Malanca, pittore, nato a Córdoba da madre udinese e padre di Altopascio (Provincia di Lucca), compie viaggi in Italia ed Europa, traendo particolare [...]
789  Villla "La Tobģa", fatta costruire a Parana in Lunigiana da Giacomo Maucci e poi abitata dai suoi discendenti.
Periodo: inizio '900 Codice: 789
Villla "La Tobģa", fatta costruire a Parana in Lunigiana da Giacomo Maucci e poi abitata dai suoi discendenti.
315  Fernando Nadotti, imbianchino di Castevoli nel Comune di Mulazzo fotografato insieme ad alcuni compagni di lavoro.
Periodo: anni '50
Soggetto: lavoro Codice: 315
Fernando Nadotti, imbianchino di Castevoli nel Comune di Mulazzo fotografato insieme ad alcuni compagni di lavoro.
269  Vannini Enrico, ambulante originario di Tresana (MS).
Periodo: anni '30
Soggetto: lavoro Codice: 269
Vannini Enrico, ambulante originario di Tresana (MS).



Partiti dalla Toscana
Maucci Emanuele

MAUCCI EMANUELE

Editore di Parana in Lunigiana č probabilmente il maggiore stampatore di libri del suo tempo in grado di operare tra Buenos Aires, Cittą del Messico e Barcellona.




Il Museo

Il Museo dell’Emigrazione della Gente di Toscana è nato nel 2004 dalla collaborazione tra il Centro di Documentazione dell'Emigrazione operante presso la Comunità Montana della Lunigiana, la Regione Toscana, il Consiglio dei Toscani all'Estero e il Comune di Mulazzo con l’obiettivo di conoscere e valorizzare il fenomeno dell’emigrazione toscana nel mondo.

E’ stato pensato ed è organizzato su due livelli: uno fisico ed uno virtuale. Nel primo, ospitato tra le mura del Castello di Lusuolo, c’è la biblioteca, la mediateca, una sala conferenze, uno spazio per la visione o l’ascolto di audiovisivi e si sviluppa l’allestimento museale che propone il percorso della mostra “Gente di Toscana”, con le storie di chi ebbe la necessità e il desiderio di partire verso terre lontane, arricchito da oggetti e documenti dell’epoca ed “animato” dalla proiezione di videodocumentari dal forte coinvolgimento emotivo.

Il secondo livello è invece costituito dal sito del museo,panerai replica watches attraverso il quale è possibile la consultazione on-line delle informazioni e del materiale recuperato attraverso il lavoro di ricerca (testimonianze, lettere, fotografie, documenti che gli emigrati toscani hanno messo a disposizione del Museo e dei suoi utenti).


Well, bust out your meter stick cause audemars piguet jules audemars replica found a good website. I love to consider it as being a “supermodel” a wrist replica watch that will make heads turn in almost any room. One particular replica watches is that this tropical meters first 1680 at HQ Milton.



EVENTI E NEWS
04/02/2015
LA DOLCE HISTORIA...
LA DOLCE HISTORIA... In mostra al castello di Lusuolo le opere di Cristina Balsotti e Stefano Lanzardo

» Tutte le news



Area Riservata Scuole

Nato da una collaborazione con l'associazione I-Museum, il progetto didattico "migranti on-line" guida gli studenti ad un confronto diretto con il fenomeno dell'emigrazione operando attraverso le tecnologie del web. L'attività prevede una serie di incontri in aula sul tema, una ricerca-azione mirata a reperire storie d'emigrazione, la realizzazione di storie per immagini in questa sezione del sito.

Inserisci username e password per accedere all'area di lavoro riservata alla tua scuola.


 




project by Fantanet S.r.l.

    Museo dell'Emigrazione della Gente di Toscana - Castello di Lusuolo - Mulazzo di Lunigiana - Tel 0187 439017


Torna in alto